Santi e Beati della Diocesi

Principale       Contatti          Documenti          Grande Museo         Galleria immagini       

   

 

 

 

 

 

San Severo Vescovo


Memoria 1° Febbraio, dal Calendario liturgico proprio della Diocesi di Cesena-Sarsina
(Ex aedibus Congregationis pro Cultu Divino, die 29 martii 1985, prot. n. 1788/85)

 


 


La vita di Severo, edita dai bollandisti, lo dice Vescovo di Cesena nella seconda metà del sec. VI.

A Cesena sarebbe stato ordinato Diacono. Alla morte del Vescovo fu eletto e consacrato Vescovo di Cesena. In vita compì molti miracoli e predisse la sua morte. Oggi si ritiene che Severo non sia mai stato Vescovo di Cesena, ma della confinante Archidiocesi di Ravenna. A Cesena è esistita per un millennio (fino al sec. XIX) una chiesa dedicata al Santo, e il popolo cesenate da sempre è molto devoto del Santo Vescovo Severo.
(Tutto dal comune dei Santi Pastori)


A Boppard, località nella regione del Palatinato Renano (Germania), castello fondato da Druso nel 20 a.C., residenza di re franchi e città libera dell’Impero fino alla caduta in possesso degli Arcivescovi di Treviri nel 1327, sorge St. Severus, poderosa chiesa tardoromanica voluta per accogliere reliquie di San Severo Vescovo.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Collocato sopra l'Altare Maggiore già tutto di Marmo a vari colori scherzato di ottimo disegno che fu nella Soppressione portato via da Cesena, ed il detto Sepolcro spogliato dei suoi ornamenti che erano anch'essi di marmo fu portato come dissi in Cattedrale ove si venera, ma che però da molti è ignorato con tutto che ogni anno ci si faccia la sua Festa. Ben disse un certo critico nei nostri giorni, che ai Santi Vecchi non si accendono più candele, non così però la pensavano gli Antichi Cesenati che sempre lo vollero come loro presidio, e lo invocarono nelle grandi imprese. Giova sapere per nostra norma che il lavoro della bellissima Fontana unico Monumento che abbiamo fu incominciato sotto gli auspici di S. Severo, come pure i due Monti di Pietà che sollievo dell'indigenza vennero eretti in questa Città da tempi i più remoti, uno è nominato S. Giovanni Battista, l'altro S. Severo i quali ambedue funzionano assieme".


 

 

 

 

 

Note storiche

"Monumenti Cesenati in cui si parla dei conventi di questa città"

del sac. cesenate don Francesco Zarletti