Scultura

Principale       Contatti          Documenti          Grande Museo          Architettura sacra      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'ancona lignea di

San Francesco di Paola

nella chiesa di Sant'Agostino in Cesena

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'ancona, con la statua di San Francesco di Paola, era collocata originariamente nella Chiesa del Convento dei Frati Minimi.

A Cesena, detti popolarmente Paolotti, vennero introdotti nel 1606 ed ottennero parte dell’antica fortezza cittadina, che trasformarono in convento.

Nel 1625 fu posta la prima pietra della chiesa, consacrata cinque anni dopo, il 6 maggio.

Il completamento avvenne nei decenni successivi con la costruzione di quattro cappelle laterali, la decorazione con stucchi della volta a cannucce, la sistemazione del pulpito, dei confessionali, del coro di noce e l’apertura del sepolcro dei frati al centro del coro.

All’invasione francese per i Paolotti si ripete ciò che avvenne per gli altri religiosi: dapprima furono costretti a pagare forti contributi, poi il 15 luglio 1797 furono cacciati via.

Nel novembre dello stesso anno vennero demoliti gli altari e il convento trasformato in carcere.

L'ancona e la statua di S. Francesco di Paola furono portate in Sant'Agostino con molti danni.